In vetrina...

In primo piano

La Diocesi

La Curia

Uffici Pastorali

Enti vari

 

Parrocchia Cervere - Storia


STORIA DELLA NOSTRA COMUNITÀ
I tempi e i luoghi della nostra fede

INTRODUZIONE
La storia della nostra parrocchia va di pari passo con quella del nostro paese. Trattandosi di un piccolo comune i dati storici sono lacunosi e talvolta addirittura contradditori; tuttavia le ricerche hanno fornito alcuni dati sostenuti da ragionevole certezza storica. Anticamente la nostra parrocchia si chiamava Santa Maria di Villetta e si trovava nella valle, eretta su un preesistente insediamento romano, come attesta una lapide funeraria, di origine romana, trovata presso i ruderi.
Con gli anni il paese si ampliò, comprendendo anche il colle di Monfalcone, sul quale oggi si trovano il cimitero e la torre. Qui venne edifi-cata una nuova chiesa parrocchiale (la seconda), intitolata a Santa Maria Maggiore. Nel 1274 Cervere venne distrutta dagli Astigiani. Della chiesa resta, a ricordo, l’attuale cappella del cimitero. I Cerveresi ricostruirono il paese sul pianoro, dove si trova tut
tora. La terza chiesa, dedicata a S. Maria, sorgeva a lato dell’attuale campanile. Della costruzione originaria restano la facciata, dalla quale è stato tolto un affresco ora collocato nel salone della locale Succursale della Cassa di Risparmio di Fossano e un arcone inglobato fra la Confraternita e il salone parrocchiale. Nel 1594 Cervere diventa Parrocchia. A tale periodo risale verosimilmente la costruzione dell’attuale chiesa parrocchiale, dedicata a Maria Vergine Assunta. La chiesa ha subito nel tempo vari rimaneggiamenti, sino a essere praticamente ricostruita fra il 1925 e il 1927: la chiesa fu riedificata cercando di recuperare lo stile originario, cosa che ne richiese l’abbattimento fino a due metri dal suolo. La popolazione, in maggioranza non economicamente agiata, cooperò con prestazioni di lavoro e con offerte.

LA CONFRATERNITA
L'edificio della Confraternita è a navata unica, di stile barocco, certamente progettata da un buon architetto. La piccola cupola della volta porta cinque affreschi raffiguranti l’esaltazione della Santa Croce e quattro medaglioni rappresentanti i quattro evangelisti. L’altare laterale di sinistra è sormontato dal quadro rappresentante il martirio di Santo Stefano, quello di destra è dedicato a San Vincenzo Ferreri, predicatore domenicano. L’altare maggiore, eretto nel 1725, è di struttura romana in cotto marmoreggiato in nero e rosso, a tre gradi; il tabernacolo è in legno blu a ornati dorati ed è internamente foderato di seta bianca. Come era in uso in quel periodo, nella decorazione interna predomina lo stucco, ammirabile nei meravigliosi capitelli corinzi delle lesene, nei riquadri degli altari e nel coro. Le lesene lavorate in finto marmo, portano delle curiose e inedite raffigurazioni di paesaggi, animali, piante, ecc., che gli artisti dell’epoca sapevano mascherare mirabilmente nella marmorizzazione dello stucco. Il pulpito è in noce. Dietro l’altare maggiore trova spazio un ampio coro del settecento, al di sopra del quale vi è una deposizione di Gesù dalla croce, il Santo Sudario, e in alto un quadro che rappresenta il beato Bartolomeo da Cervere. In sacristia si trova il quadro di Maria e quattro santi con le anime del purgatorio, e la deposizione di Gesù nel sepolcro.

OPERE D'ARTE
Gli edifici sacri che sorgono sul territorio della parrocchia ospitano numerose opere d’arte che abbelliscono le nostre chiese e testimoniano la fede dei nostri avi. Nella chiesa parrocchiale possiamo ammirare: La Crocifissione, con i santi Pietro ed Elena del pittore Luigi Gambera, raffigurante la scena della crocifissione di Cristo La santissima Trinità, del pittore Francesco Pittatore, dipinto ancorato al secondo decennio dei Seicento, dalla data frammentaria 161…, visibile in basso. La Madonna della misericordia di pittore Anonimo del ‘600 dipinto databile intorno alla seconda metà del ‘600. la Madonna del Rosario, tela del secolo XVII, probabilmente attribuibile a Francesco Pittatore.

LA CAPPELLA DI S. MARIA
Nel 2006 la nuova cappella dedicata a Santa Maria viene a completare armonicamente il lavoro di rifacimento, recupero e restauro degli edifici sacri e della piazzetta Umberto I. Costruito tra il campanile e la confraternita, l’edificio sacro recupera parte dell’antica chiesa parrocchiale del tredicesimo secolo e vi si conforma nello stile architettonico, offrendo ai fedeli un’oasi accogliente, particolarmente adatta alla preghiera e al raccoglimento. Arredata con gusto e sobrietà, la cappella è aperta al culto tutto il giorno. Interessante il crocifisso raffigurante Cristo ancora vivo sulla croce.

IL CAMPANILE
Il campanile di Santa Maria, di notevole importanza storica, ha rappresentato nei secoli un continuo riferimento per la comunità di Cervere. È probabile che la data di costruzione si collochi attorno al 1300. Il campanile, oltre ad assolvere le funzioni di carattere religioso, svolse sicuramente anche una funzione civica per l’intera comunità di Cervere. Gli ultimi restauri eseguiti nel 2000, hanno riportato il campanile come era alla fine dell’ottocento.

ORATORIO "GIOVANNI PAOLO II"
L'oratorio, dopo un imponente intervento di restauro, è stato inaugurato nel 2008. Ha sede in un edificio donato alla parrocchia dai nobili Botta agli inizi del 1900; lo stabile reca, a testimonianza storica del suo passato, la data di costruzione incisa sul-l’arco del portone di Via Cavour (1739).


LE CAPPELLE
Rettoria di Montarossa
È la principale delle cappelle che si trovano nel territorio della Parrocchia, oggi Chiesa della rettoria di Montarossa, posta nella frazione omonima. Non si conosce la data della sua erezione, ma fu riedificata e ampliata nel 1837.
San Rocco
Posta alla confluenza delle strade che da Cervere conducono a Montarossa e a Cappellazzo, a pochi metri dall’incrocio con la statale, è fra le più grandi cappelle del territorio cerverese.
Concezione
Posta lungo la strada che da Cervere conduce a Montarossa, la cappella è di recente costruzione. All’interno ha una pala d’altare raffigurante l’Immacolata Concezione.
San Sebastiano
La cappella sorge sull’omonima piazza. Non conosciamo la data della costruzione ma si pensa sia la più antica fra le cappelle cerveresi. È chiusa da una cancellata in ferro e presenta sopra la porta d’ingresso una pittura raffigurante il martirio del santo.
Annunziata
Posta ai piedi del pendio che dal paese digrada verso Stura, la cappella dedicata alla Madonna Annunziata è ancor oggi oggetto di profonda devozione da parte dei Cerveresi.
Cimitero
La cappella sorge sull’antica Chiesa di S. Maria Maggiore, la seconda chiesa di Cervere quando il paese si trovava la ove oggi sorge il cimitero
Pilone di Santa Lucia
Si trova sulla strada che porta al luogo ove sorgeva il Monastero di San Teofredo. Nella parte inferiore del pilone si legge una preghiera volta ad ottenere protezione «dal folgore e dalla tempesta».

 

Calendario

< Luglio '14 >
D L M M G V S
    01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Parrocchie

Orari Messe

Arte Sacra

Archivio fotografico

Appuntamenti del mese

Associazioni

Giovani